giovedì 6 luglio 2017

Nipponbashi Matsuri 2017

Buon giorno a tutti quanti, miei bravissimi cosplayer (e non)! 
Come state??


Quest'articolo doveva essere pubblicato di martedì, ma per una serie di ritardi dei treni, caldo e lavoro, viene pubblicato oggi (giovedì) al posto del consueto post, portate pazienza! :)


Lo scorso weekend (1 e 2 luglio) come ogni anno dal 2012 si è tenuto nelle vie del centro di Treviso il Nipponbashi Matsuri.
Nelle passate edizioni, una frase spiccava sui manifesti del Nipponbashi: "un ponte trevigiano per il Giappone", ed è proprio così che ogni anno viene pensato, organizzato e gestito questo evento a dir poco favoloso.


Se siete in cerca della classica fiera dei fumetti, cosplay e videogiochi, il Nipponbashi non fa per voi.
Se invece siete interessati più alla cultura giapponese, cibi, usi e costumi, questo evento fa decisamente al vostro caso! Sarà che è abbastanza vicino a casa, ma ormai il Nipponbashi è un appuntamento fisso ogni angolo, che aspetto con trepidazione!


Questo evento di due giorni si svolgono tantissimi workshop, dimostrazioni e mostre, di tutti i generi e per tutti i gusti: quest'anno si andava dalla mostra a tema Yokai, ai workshop sulla decorazione di maschere,  sulla decorazione di stoffe, passando per una conferenza sulla spiritualità, solo per citarne alcuni.


Il culmine di questo evento è stata, con come per le altre fiere la gara cosplay (che tra l'altro quest'anno non era neanche in programma), ma è stata la Marcia dei 100 spettri di notte per le vie del centro, con la narrazione di alcune storie di spiriti. Finalmente sono riuscita ad assistere a questa marcia! Spero l'anno prossimo di poter partecipare in costume (ho già qualche idea), sarebbe bellissimo!
La marcia si è conclusa poi ai Buranelli dove era in programma il lancio delle lanterne che purtroppo è saltato a causa della forte ed improvvisa pioggia che ha iniziato a cadere proprio mentre le stavano lasciando andare nel corso d'acqua, affondandole inesorabilmente.
Un  vero peccato, ma purtroppo al cielo non si comanda, andrà meglio il prossimo anno!

Nessun commento:

Posta un commento